Il lato che si affaccia su via Roma è delimitato da una balaustrata ornata da vasi con inquietanti volti diavoleschi ai quali si alternano pigne dal verde intenso e lampioncini dai sostegni in maiolica.

Alla fine dell’ottocento venne eseguita la grande zoccolatura in bugne di pietra della marfisa addossata al giardino pubblico lungo tutta la via Roma.