CHIESA DELLA NEVE – ESTERNO
ipologia e qualificazione chiesa rettoria
Denominazione Chiesa di Maria Santissima della Neve <Caltagirone>  
Notizie Storiche

1568 – XVI (elargizione somme Comune di Caltagirone antica chiesa)

La città di Caltagirone, avendo a cuore il mantenimento dei propri religiosi e delle confraternite, interveniva spesso su loro istanza elargendo cospicue somme per sostenere la loro devozione. Nel 1568, per deliberazione del Consiglio Comunale, la Città dava ai procuratori della chiesa, devoti alla Madonna della Neve, onze 4 “per espedire la figura di relevo di detta Nostra Donna”.
Descrizione La chiesa di Maria SS.ma della Neve si colloca nella parte sud est di Caltagirone, al termine della strada che dà il nome all’antico quartiere omonimo, nel punto in cui si incrocia con la via Mantelli creando una piazza di forma triangolare. La chiesa presenta una navata ad aula rettangolare con abside semicircolare. Le cortine murarie laterali denotano un rilevante spessore nel lato destro della navata nella cui parte esterna si conservano partiture murarie ascrivibili alla fine del XV secolo. La chiesa è dotata di una facciata definita in alzato dall’ordine gigante dorico che circoscrive campiture ad intonaco in contrasto con l’impianto strutturale e gli elementi in pietra come il portale d’accesso all’edificio, in pietra arenaria della locale contrada delle balatazze in Caltagirone. Un finestrone di reimpiego datato 1592, realizzato in pietra grigia, è stato collocato sopra il portale durante gli interventi ottocenteschi. Il portale e la finestra sono raccordati da volute geometriche in pietra a rilievo con terminazioni a pinnacolo. La parasta in pietra a sinistra si sdoppia per sostenere una torretta campanaria, rimasta incompleta nella definizione degli elementi ad intaglio, il cui filo planimetrico risulta lievemente ruotato rispetto all’impianto del prospetto; la lesena di destra segue l’andamento del prospetto laterale sulla via Mantelli e ne definisce il limite sinistro costituendo un rinforzo angolare di notevole volume e consistenza. La facciata risulta incompleta nella parte sommitale dove è presente una finestrella circolare in pietra intagliata. La copertura a falde inclinate è realizzata con un sistema di capriate lignee sovrapposte da arcarecci e tavolato su cui poggiano i coppi alla siciliana. Nell’intradosso della navata è presente una volta a botte con due unghie di raccordo ai due rispettivi finestroni laterali collocati nel registro superiore dell’ardine architettonico. La volta è costituita da una struttura lignea che sostiene un apparato in canne e gesso rifinito a stucco.
CHIESA DELLA NEVE – INTERNO