Altitudine: 150 metri s.l.m.
Estensione superficie: 24 Kmq
Popolazione:
17078 abitanti
Densità popolazione: 704 per Kmq.
Cap: 95010

 

Da una bolla di papa Alessandro IV nel 1255 risulta che Scordia Inferiore fu data in feudo ad alcuni baroni che si erano segnalati nelle guerre civili che avevano infestato l’isola.
Nel 1628, essendo rovinata dalle guerre e dall’usura del tempo fu restaurata da Antonio Branciforte, il quale ne ottenne dal re Filippo IV il titolo di principe;
dopo fino agli ultimi tempi feudali, appartenne ai Branciforte, principi di Leonforte.
Scordia Superiore fu feudo di Guglielmo Raimondo Moncada.

Dal 1812, anno in cui fu abolito il feudalesimo, Scordia è un comune autonomo.

L’attività principale a Scordia è quella agricole.
Scordia è molto conosciuta per la produzione dui una varietà di arance rosse esportate in tutto il mondo.