Dopo l’Immacolata, anche il 13 dicembre Festa di Santa Lucia, Caltagirone rinnova un’antica tradizione legata alla sua festa, e ripropone ” ‘a cuccìa”. Si narra che nel XVII secolo l’isola fu scossa da una grave carestia che procurò tra l’altro la mancanza dell’alimento primario come “il pane”. Il popolo siciliano raramente aveva patito la fame in quanto il grano, è stato sempre il prodotto più abbondante in tutta l’isola.
La carestia seminò malattie e morte. Per un miracolo, nel porto di Siracusa, città dove la fame si faceva sentire maggiormente, proprio il 13 dicembre, giorno della Festa di Santa Lucia, giunse una nave carica di grano. La misteriosa apparizione fu attribuita alla Santa siracusana in quanto avvenne nella Sua città e nel giorno della Sua festa. Per la grande fame il grano non venne neanche macinato, ma consumato subito, previa cottura. Era nata così ” ‘a cuccia”, dal dialettale cocci e cuocci, come vengono indicati i chicchi di frumento. A distanza di secoli si usa ancora preparare la buonissima “cuccìa”. Sino a pochi decenni fa il grano selezionato veniva strofinato a mano su una tavoletta d’argilla, per essere privato dalla sfoglia esterna; oggi invece questa lavorazione a mano è stata sostituita dall’industria, per cui si può acquistare il prodotto pronto per la cottura, in qualsiasi punto vendita. Molto importante la cottura in quanto un prodotto abbastanza duro come il grano va cucinato lentamente con l’aggiunta di diversi aromi per essere consumato come un piatto prelibato, nel giorno di Santa Lucia.

Il grano cotto, veniva, e viene ancora oggi condito, più semplicemente con olio, oppure con altri legumi e verdure, oppure dolcificato con miele o mosto cotto, aggiungendo a volte ricotta di pecora fresca. Un tempo si usava prepararla e offrirla agli amici, parenti e soprattutto ai poveri il giorno della morte di un parente stretto. Ma ancora oggi è molto gradita dalla popolazione e molto apprezzata da coloro che in quel giorno visitano la Città. Infatti alcuni ristoranti a Caltagirone amano prepararla per offrire una degustazione nel giorno del 13 dicembre.

Sorry! The Author has not filled his profile.